Approvato definitivamente il PUL, servizi al Poetto tutto l’anno, l’opposizione abbandona l’aula #opencagliari


Approvata all’unanimità l’adozione definitiva del PUL. All’unanimità per l’assenza in aula della minoranza.

Poetto dall'alto

Per chi ha un alto senso delle istituzioni cittadine dispiace non condividere con la minoranza questo dibattito sull’approvazione del Piano di Utilizzo dei Litorali per quello che a me è parso un atto di arroganza*. Dopo mesi di proficua discussione nella commissione urbanistica, parlare in un’aula abbandonata dalla minoranza per protesta non è una bella pagina democratica per il nostro Consiglio Comunale. Condivido in parte le parole del Presidente del Consiglio però devo rilevare che stona parecchio il suo riferimento a un clima di “semiclandestinità” rispetto a questa approvazione, perchè non c’è nulla di nascosto o segreto in questi lavori consiliari che stanno, come sempre, venendo trasmessi in streaming. Se mancherà la voce dell’opposizione sarà perchè, in una dialettica politica che ancora fatico a comprendere, i consiglieri di minoranza hanno scelto di “sfidare” la maggioranza ad andare avanti senza di loro, senza addurre motivazioni sensate se non la volontà di convocare anche domani il consiglio comunale.

Siamo oggi in una delle fasi più importanti del processo di pianificazione: quella in cui l’amministrazione adotta definitivamente il piano rispondendo a tutte le osservazioni presentate dai cittadini alla prima versione adottata dal Consiglio Comunale. La fase in cui più pregnante si fa il ruolo della collettività nel processo di partecipazione che accompagna la redazione di un piano urbanistico. Sono arrivate 30 osservazioni, e il rispetto che questa amministrazione dimostra nei confronti dei cittadini è esemplificato dalla qualità e chiarezza delle controdeduzioni proposte a ogni osservazione che ha portato in 28 casi su 30 ad un accoglimento totale delle richieste (4) o parziale (24), come con professionalità illustrato in questi mesi dagli uffici, rappresentati dal dirigente Salvatore Farci e dall’assessore Paolo Frau.

Chioschi dall'alto

Il PUL di Cagliari non è ovviamente il miglior PUL teorico possibile in assoluto: è un PUL che nasce dal doversi confrontare con due pesantissimi vincoli legati alla contingenza nel quale viene redatto. Da una parte il dover tenere conto delle tante (probabilmente troppe) concessioni attualmente esistenti che il legislatore italiano continua a tutelare con la proroga concessa fino al 2020 contro quelli che sono gli indirizzi di libera concorrenza che stanno alla base delle decisioni dell’Unione Europea (la lobby legata ai concessionari demaniali è parecchio forte a Roma); e dover fare i conti con tutti gli stabilimenti balneari fissi che occupano la spiaggia e non sono normati dal PUL, e su cui la Regioni dovrà fare presto una riflessione politica rispetto alla loro funzione. Dall’altra la contingenza dei lavori del Lungomare Poetto, il progetto da 12 milioni di euro per realizzare la passeggiata sul mare con i nuovi accessi e l’ecofiltro su cui sistemare i chioschi che da una parte ha rappresentato una criticità per la necessità di coordinare un progetto già appaltato con uno strumento di pianificazione in divenire, ma dall’altra offrirà la possibilità di vedere gli effetti concreti del PUL già nel giro di pochi mesi. Cosa abbastanza rara per uno strumento di pianificazione.

Chiosco Poetto

Un Piano importante che dopo decenni consentirà agli operatori di lavorare dodici mesi all’anno in un sistema di regole chiaro e non legati alla magnanimità di un’amministrazione che ricorre a proroghe annuali.

Un Piano che dimostra come la buona pianificazione non deve avere solo l’obiettivo di organizzare l’esistente ma deve essere utilizzata per programmare uno sviluppo futuro differente e migliore rispetto alla situazione attuale. Questo abbiamo fatto decidendo di dotare tutta la spiaggia di servizi diversificati, non solo nelle prime fermate dove già oggi l’afflusso di utenza è elevato ma cercando di offrire servizi a tutto il litorale per distribuire i fruitori in maniera più consona rispetto alla vastità della spiaggia. Considerando le diversità del litorale del Poetto dalle ville della prima fermata all’ippodromo fino al confine con Quartu che nel piano è valorizzata con una diversità di utilizzi di una delle più importanti risorse che la nostra città possiede.

Poetto - vista servizi dal lungomare

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE PROT. N. 182 DEL 31.07.2014

Relazione PUL di conformità alle linee guida regionali

*La minoranza ha lasciato alle 20,30 i lavori del Consiglio Comunale in protesta con la conferenza dei presidenti di gruppo che ha deciso di continuare i lavori in serata per evitare di dover convocare nuovamente il Consiglio anche domani, in una data straordinaria rispetto alle convocazioni abituali, in cui diversi consiglieri non sarebbero potuti essere presenti per precedenti impegni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...