Campus universitario, buone notizie e una nota stonata #opencagliari


Approvata all’unanimità la ratifica dell’Accordo di Programma che consentirà all’ERSU di procedere con la realizzazione del cosiddetto “Campus Universitario” in viale La Playa.

Un iter lungo, iniziato dieci anni fa con la convenzione firmata dal Comune di Cagliari con la società privata Edilia Costruzioni nel 2004 (per la costruzione di un albergo e di uno studentato) e trasformato in un intervento interamente pubblico dell’Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario che darà a Cagliari 500 nuovi posti letto per studenti fuori sede, spazi di studio e socialità, una mensa e una palestra in una zona strategica per la città a due passi dal futuro centro intermodale di Piazza Matteotti, oggi caratterizzata dai vecchi silos all’ingresso di Cagliari.

Area ex Sem

Un progetto che vedrà la luce in due fasi: il primo studentato da 240 posti letto è già stato appaltato e i lavori partiranno a gennaio, il resto, finanziato dalla giunta Pigliaru con un totale di 100 milioni di euro, dovrà andare a bando entro fine anno.

Campus-schema-funz-livello-terra-Copia
Un risultato importante per la nostra città, che sarà l’occasione per futuri investimenti nell’ingresso est di Cagliari per fare in modo che il “campus” sia effettivamente collegato in modo agevole e sicuro con il centro città come chiesto con l’ordine del giorno proposto da Andrea Scano e da tutta la commissione urbanistica e approvato all’unanimità.

Un’unica nota stonata, per me, è stata invece l’approvazione di un’altro ordine del giorno, firmato trasversalmente da molti consiglieri comunali, a cui ho votato contro ma che ha trovato la maggioranza dei voti favorevoli tra i superstiti in aula alla fine del lungo dibattito: un ordine del giorno che impegna il sindaco ad attivarsi affinché l’ERSU lasci la casa dello studente di via Roma (47 camere doppie e 5o singole) per ridare all’ex hotel Moderno la funzione di albergo.

ODG sull'ex Hotel Moderno
Ho votato contro, insieme a Marco Murgia, perché non credo affatto che quando tra cinque anni avremo il “campus” di viale La Playa saranno risolti i problemi della residenzialità studentesca: stiamo offrendo un po’ di sollievo con 500 nuovi posti letto che sono comunque insufficienti a coprire le esigenze di 12mila studenti fuori sede iscritti al nostro ateneo. Per questo non credo che sia giusto che il consiglio comunale spinga per rinunciare a nessuna delle attuali case dello studente per trasformarle in albergo. Collaboriamo piuttosto con l’ERSU per riaprirle tutte al più presto. Ancora meno credo sia una buona idea quella di rinunciare a quella posta nel cuore della città, che negli anni 90 ha contribuito a riqualificare un’area centrale della città come quella dei portici di via Roma davanti alla stazione, che sono tornati a vivere e ad essere sicuri.

Hotel Moderno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...