Sul bilancio di previsione 2014 – il mio intervento in aula #opencagliari


Grazie, Presidente.

La discussione del bilancio di previsione è sempre l’occasione per una riflessione generale sulla qualità dell’azione politica dell’amministrazione, quest’anno in particolare perchè siamo arrivati al giro di boa: il terzo bilancio che discutiamo in aula in questa consiliatura.

Positivo, parzialmente, è il fattore temporale: per la prima volta ci troviamo a discutere un bilancio di previsione la cui data di approvazione in giunta è effettivamente antecedente rispetto all’anno per cui si prevede la programmazione delle risorse. Una buona pratica il cui effetto positivo è attenuato dalla data in cui lo stiamo discutendo (avremmo potuto forse avere più coraggio e discuterlo prima delle elezioni regionali), ma sono sicuro che gli uffici comunali apprezzeranno una approvazione in tempi rapidi perchè potranno riprendere a lavorare a pieno regime al più presto.

Positivo poi è il fatto che i nostri uffici sono stati in grado di portare a termine, l’importante sperimentazione che ha visto, primo in Italia, il nostro bilancio redatto secondo una nuova impostazione che aiuterà il governo italiano a definire anche per tutti gli altri comuni italiani le migliori modalità per predisporre il bilancio degli enti locali. Infatti la nuova impostazione per missioni e programmi sicuramente aiuta i cittadini e la classe politica a trovare in modo esplicito la rispondenza tra gli impegni assunti attraverso il programma elettorale (esplicitato al momento della proclamazioni nelle dichiarazioni programmatiche del sindaco) con quella che è la quotidiana azione amministrativa. Può sembrare una cosa da poco, ma credo che sia molto importante essere i capofila di un cambiamento che aiuterà a più efficacemente verificare e controllare l’attività della pubblica amministrazione, vincolandola agli impegni assunti con i cittadini al momento del voto.

Individuando così gli strumenti di pianificazione e programmazione per guidare una pubblica amministrazione che, come sottolineano continuamente sia il presidente Pigliaru che il presidente Renzi, ha bisogno di un efficace e urgente lavoro di sburocratizzazione.

Unitamente alla nuova macrostruttura comunale positivo è il lavoro che sta svolgendo il Nucleo di Valutazione, che abbiamo recentemente audito in commissione Personale:da una parte con un attento il lavoro sul PEG (il programma Economico di Gestione) affinchè gli obiettivi di risultato dei dirigenti siano effettivamente in linea con le dichiarazioni programmatiche del Sindaco e siano funzionali a una valutazione non “spersonalizzante” come avveniva in passato. In particolare credo che sia una innovazione importante e che produrrà dei frutti l’introduzione di parametri comportamentali nella valutazione dell’operato dei dirigenti che analizzano non solo le prestazioni relative agli obiettivi strategici, ma anche il comportamento organizzativo e la capacità di valorizzare i collaboratori, nell’ottica del miglioramento del benessere organizzativo di tutti i servizi.

Sono tante le positività che mi porteranno con convinzione a votare favorevolmente questo bilancio che contiene alcune importanti azioni che caratterizzeranno questa consiliatura come si può chiaramente vedere nel Documento Unico di Programmazione: cito in particolare il programma triennale delle opere pubbliche, che abbiamo avuto occasione di discutere separatamente in aula, e il nuovo appalto per i rifiuti che attraverso il passaggio al porta a porta cambierà le abitudini dei cagliaritani e il livello di pulizia e di sostenibilità del nostro sistema urbano.

A fianco a questi aspetti positivi, vorrei però concentrare il mio intervento su quelle che ad oggi ravviso come preoccupazioni per alcune criticità che vive la nostra amministrazione.

La prima preoccupazione è quella sulla crisi che sta attraversando anche Cagliari insieme alla maggior parte delle città italiane. Una crisi che investe il settore produttivo e una crisi che investe le famiglie e i singoli cittadini. Le Politiche Sociali del Comune di Cagliari hanno infatti necessità di una urgente riorganizzazione per rispondere a esigenze e bisogni sempre crescenti. La nostra commissione quest’anno ha realizzato un attento lavoro di analisi su alcuni dei servizi a domanda individuale, in particolare sulla casa di riposo di Terramaini e sta avviando insieme alla pubblica istruzione la riflessione sul tema degli asili nido. Ma lo sforzo più importante a cui siamo chiamati oggi a dare risposte è il tema delle estreme povertà che negli ultimi mesi stanno facendo registrare aumenti di richieste esponenziali relativamente ai contributi erogati per le integrazioni al reddito e al fitto casa. I dati dei primi mesi del 2014 raffrontati a quelli dello scorso anno ravvisano un incremento di circa il 20% delle richieste. Da parte nostra l’impegno del Partito Democratico è a incrementare il fondo destinato alle estreme povertà (come vedremo con l’emendamento proposto dal consigliere Rodin) in cui chiediamo di introdurre dei meccanismi di verifica della spesa relativi ai fondi che eroghiamo come già sperimentato in altre città italiane.

Altra preoccupazione legata a questa è quella relativa alle politiche per la casa. La nostra città per decenni è stata quasi immobile su questo tema e la nostra amministrazione ha bisogno di un maggiore impulso. Mentre si sta istituendo un ufficio apposito che si occuperà delle tematiche legate all‘housing sociale, e si destina parte dei finanziamenti richiesti per il PON città metropolitane per la sperimentazione di modelli innovativi sociali e abitativi, finalizzati a soddisfare i bisogni di specifici soggetti deboli, siamo in forte ritardo sul tema del Patrimonio. Una delle principali risorse che ha la nostra amministrazione e che ha urgenza di essere messo in valore per le esigenze dei cittadini. Anche su questo punto presenteremo come PD un emendamento e un ordine del giorno dettagliato.

Ultima preoccupazione come consigliere comunale è, infine, il ritardo della struttura nell’attuazione delle delibere e degli indirizzi votati dalla nostra assemblea. Sono fiducioso nel fatto che un cambiamento sia già in atto, come dimostrano le positività che ho sottolineato nella prima parte del mio intervento, e mi auguro pertanto che saremo in grado di porre rimedio a queste lentezze. Ma per questo motivo concludo il mio intervento con tre esempi, in ordine crescente di importanza, per sollecitare la giunta ad attivarsi in questa direzione:

  • l’ordine del giorno approvato a giugno 2012 sull’impiego del 5 per mille destinato al comune di Cagliari per il finanziamento di vaucher per esperienze lavorative a tempo determinato per attività legate all’implemento delle forme di partecipazione alla vita pubblica cittadina e per il Terzo Settore;
  • la mozione approvata anch’essa nel 2012 sulla ristrutturazione totale del sito internet istituzionale che dovrà diventare uno degli strumenti principali per aiutare i cittadini a entrare in contatto con i servizi offerti dall’amministrazione e che oggi è difficilmente fruibile e male organizzato;
  • l’adeguamento degli strumenti di pianificazione in particolare penso all’adeguamento del Piano Urbanistico Comunale al Piano Paesaggistico Regionale e al Piano Particolareggiato del Centro Storico, ma la nostra amministrazione ha bisogno di dotarsi di piani di indirizzo in diversi settori strategici.

Chiudo con lo stesso auspicio del consigliere Marcello a che il sindaco e tutta l’amministrazione spingano la Regione nella direzione dell’istituzione della Città metropolitana. Finora è stata immobile riguardo a questo tema, la nuova amministrazione regionale può dimostrare da subito di non voler replicare gli errori del passato frenando lo sviluppo di tutta l’area vasta di Cagliari.

Buon proseguimento del dibattito, e buon lavoro.

 

aula consiglio comunale

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...