#primarieparlamentari da Cagliari una proposta per Italia Bene Comune in Sardegna


A parole negli ultimi giorni quasi tutti quelli che si sono espressi si dichiarano favorevoli alle primarie per i parlamentari. E’ arrivato il momento di passare, velocemente, dalle parole ai fatti come sta martellando Pippo Civati per evitare di essere scavalcati dagli avvenimenti e dalle emergenze.

Un regolamento è già stato predisposto in uno dei bei momenti di elaborazione che il PD ha visto negli scorsi mesi (a gennaio a Quarto si sono riunite tutte le diverse “anime” per ragionare e proporre un regolamento delle primarie) ed era stato presentato come odg in Assemblea Nazionale PD il 14 luglio scorso e assunto nella sua relazione dal segretario Bersani.

Occorre pensare da subito a come concretamente poter organizzare una nuova giornata di bella politica che attraverso la partecipazione risponda all’esigenza di coinvolgimento dei cittadini nelle scelte legate al bene comune e che faccia da argine democratico alle spinte populistiche che aleggiano sull’Italia.

Il sindaco Massimo Zedda al voto al Circolo Copernico

Lo fanno alcuni  giovani dirigenti dei partiti della coalizione Italia Bene Comune: ecco la saggia e allettante proposta del segretario provinciale di Cagliari di SEL, Francesco Agus, che stimola una discussione (tramite una nota FB in cui riporta la sua posizione portata al direttivo nazionale di SEL) non tanto sulle cose da dire quanto su quelle da fare.

Inutile, checchè se ne dica, la politica è già cambiata.

Per fortuna.

Proprio a 2 anni esatti di distanza dalla “visionaria” decisione di Filippo Petrucci con un gruppo di amici  di raccogliere le 1500 firme necessarie per avere le primarie per scegliere il candidato sindaco di Cagliari, contro l’improponibile Cabras (frutto di unità in un partito che aveva perso il contatto con i suoi stessi elettori, come dimostrato da Venturino nelle analisi del voto di quelle primarie)

Verso le primarie per la scelta dei parlamentari di Italia Bene Comune

Il candidato premier della coalizione di centrosinistra è stato scelto con le primarie. La legge elettorale con cui dovrà confrontarsi però è ancora quella che permette alle segreterie dei partiti di nominare (e talvolta catapultare) i parlamentari a cui sarà affidata la rappresentanza dei cittadini.

Dopo i gazebo di qualche giorno fa un passo indietro da parte nostra sarebbe incomprensibile e sbagliato. In politica non si può stare fermi: o si rilancia e si va avanti o si torna indietro.

E allora credo che i partiti della coalizione “Italia. Bene Comune” debbano sforzarsi e fare di tutto per fare in modo che gli elettori che hanno scelto Bersani siano richiamati alle urne per scegliere anche i loro parlamentari.

Concretizzo una proposta, per ora limitata alla nostra Regione:

Pd e Sel (e eventualmente PSI e altre liste collegate) possono organizzare le primarie per la scelta dei loro parlamentari lo stesso giorno sfruttando la stessa organizzazione, negli stessi seggi in un sistema che possiamo chiamare “Un gazebo, due urne, due schede”.

Al voto avrebbero accesso (gratuito) i 75mila elettori sardi che hanno partecipato alle primarie per la scelta del candidato Presidente. Sarà possibile integrare l’albo con nuove registrazioni riaprendo gli uffici elettorali per un tempo limitato nei giorni precedenti al voto.

L’unica differenza rispetto alle primarie appena concluse sta nel fatto che l’elettore dovrà scegliere al seggio se prendere la scheda di SEL (e scegliere quindi tra i candidati parlamentari proposti dal nostro partito) o quella del PD (e scegliere quindi uno tra i loro candidati). Ovviamente non sarà possibile prendere entrambe le schede.

Questo sistema:

1) permetterebbe di sfruttare l’albo degli elettori del centrosinistra e di avere quindi un elettorato “certificato” in cui pesa di più il voto d’opinione rispetto a quello di preferenza. Quest’albo non è utilizzabile solo dal Pd o solo da SEL: in Sardegna 1 elettore su 5 ha scelto Vendola, in provincia di Cagliari 1 su 4.

2) evitarebbe ogni tipo di inquinamento del voto: gli iscritti all’albo sono elettori che hanno votato Bersani, Renzi, Vendola, Puppato e Tabacci quindi in grandissima maggioranza elettori di SEL e PD. La registrazione preventiva scoraggerebbe l’infiltrazione di eventuali truppe cammellate di altri partiti. E il fatto che si tengano simultaneamente le due consultazioni azzera la possibilità che gli elettori del Pd “falsino” la scelta dei candidati SEL (votando alle primarie di un partito che non hanno intenzione di votare alle politiche) e viceversa.

3) sarebbe facilmente comprensibile: comunicativamente sarebbe sufficiente dire agli elettori che “si vota dove si è votato l’altra volta”. E a differenza delle precedenti primarie sarebbe possibile dotare i seggi di un elenco degli aventi diritto al voto certo e inconfutabile.

4) permetterebbe di sfruttare le organizzazioni dei due partiti e garantire una copertura totale dei comuni della Sardegna. E toglierebbe ogni alibi organizzativo: per le primarie di coalizione è già tutto pronto, è sufficiente riconfermare volontari e seggi dell’altra volta.

5) è compatibile con differenti criteri di scelta interni ai partiti. In questo modo la direzione del PD potrebbe scegliere una ripartizione degli eletti affidata a collegi provinciali mentre quella di SEL un sistema a collegio unico regionale.

Sarebbe un segnale d’unità eccezionale, un ottimo viatico per l’unità del futuro governo e un tassello importante per la costruzione di un centrosinistra regionale che dovrà, spero presto, confrontarsi con il governo di una Regione in crisi come mai prima d’ora.

Non possiamo stare fermi: rilanciamo o torniamo indietro?

Francesco Agus

Io rilancio!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...