Stato di attuazione dei programmi del comune di Cagliari 2012 #opencagliari


Ieri in aula abbiamo approvato (con l’astensione di PDL e Riformatori) la verifica degli equilibri di bilancio e lo stato di attuazione dei programmi 2012. Per chi ha seguito la seduta in streaming è sembrata, immagino, una discussione noiosa e in gran parte tecnico-burocratica, che purtroppo si è incentrata sulle tempistiche e i ritardi con cui uno dei documenti più importanti per il ruolo di controllo del consiglio comunale (la verifica del rispetto degli impegni finanziari e di programma del 2012) è arrivato nelle mani dei consiglieri che hanno avuto poco tempo per analizzarlo. A poco sono servite le motivatissime giustificazioni di sindaco e giunta affogati dalle continue manovre del governo nazionale che stanno mettendo in serissima difficoltà tutti i comuni italiani (vedi le preoccupate posizioni dell’ANCI).

Ma quello che più è interessante di ciò che abbiamo approvato ieri sono le 103 pagine del documento sullo stato di attuazione dei programmi dell’esercizio 2012, in cui tutti i cittadini si possono rendere conto di cosa effettivamente stia facendo la macchina comunale (con i suoi 1.500 dipendenti) che, come ripetiamo spesso, ha bisogno di tempo per ripartire perchè fortemente ingolfata da due decenni di cattiva amministrazione. In quel documento si possono vedere tutte le azioni e gli obiettivi raggiunti dei servizi del Comune, divisi per centri di responsabilità, avendo tutti la possibilità di segnalare là dove si potrebbe fare meglio.

Stato di attuazione dei programmi – Esercizio 2012

Invito tutti a leggerne le parti che più interessano per competenza e interessi, commentando propositivamente sugli aspetti che si potranno migliorare nel 2013 e considerando davvero il tanto di buono che emerge chiaro da quelle pagine e che non sto qua a incensare.

Inizio io sottolineando solo due aspetti su cui siamo in ritardo e che credo siano strategici per il prossimo anno: le politiche comunitarie e il sito istituzionale.

Sulle politiche comunitarie, come sottolineato dal consigliere Lobina in aula, siamo fortemente in ritardo: abbiamo partecipato solo a 2 progetti del programma PO Marittimo Italia-Francia (Arcipelago Mediterraneo e UCAT) conclusi quest’anno e stiamo aspettando l’accettazione di altri due a valere sullo stesso programma (PORTU e UCAT-NETWORK), decisamente troppo poco per un Comune come il nostro.

Sul sito internet, primo interfaccia con i cittadini, è vero che stiamo pian piano modificandone alcuni aspetti e aggiungendo qualche servizio online (prenotazione sala matrimoni, iscrizione registro coppie di fatto, rinnovo pass ZTL), ma credo – e con me tutta la commissione Affari Generali presieduta da Filippo Petrucci che ha cominciato a lavorarci – che sia urgente mettere mano a tutta la struttura del sito istituzionale per renderlo effettivamente accessibile e fruibile da tutti i cittadini, cosa che oggi, purtroppo, ancora non è.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...