#Cortona2012 Comunicazione e l’entropia della comunicazione in un mondo che cambia | Special guest Federico Rampini


Tre giorni a Cortona, dove il PD celebra la quinta edizione della sua scuola di formazione nazionale, quest’anno dedicata al tema Comunicazione e Democrazia.

 

Un Bersani evidentemente sottotono (probabilmente stanco e poco incline a considerare questo tema come importante per la politica) è stato affiancato però da interessantissimi relatori: Luca De Biase che ha parlato degli strumenti di partecipazione (OpenData e National Builder per la trasparenza dell’azione politica e del’identità dei movimenti politici, Liquid feedback per la raccolta di argomentazioni e proposte da far diventare programma politico,  piattaforme per il bilancio partecipativo facendo ricorso al quadro delle compatibilità), Donatella Della Porta che richiama all’esigenza di spazi di contro-democrazia luoghi in cui i cittadini diventino controllori della democrazia, istituzioni partecipative di controllo della democrazia rappresentativa in cui la comunicazione è strumento di trasparenza, strumento di pressione e controllo nei confronti dei delegati (questa è uno degli obiettivi del Circolo Copernico), Asmaa Mahfouz, e Riccardo Staglianò che hanno racontato l’esperienza di Occupy Wall Street e della Prmavera Araba.

Per concludere con una bella analisi sulla costruzione delle opinioni pubbliche e rapporto tra media e partiti politici, tema importate in particolare per il Partito democratico in cui spesso le uscite disordinate dei singoli rischiano di contribuire alla confusione degli elettori (dei militanti e  dei rappresentanti istituzionali)! E come esercitazione pratica della scuola di Cortona, proprio per dimostrare questo assunto, alcuni colleghi di gruppo  del PD cagliaritano hanno sperimentato un modo per aumentare l’entropia interna al partito e la confusione nel nostro elettorato a suon di comunicati e dichiarazioni stampa tutto nel giro di un solo fine settimana!

  1. Dal Pd bordate alla giunta – Unione Sarda 22 settembre 2012
  2. Giunta, il Pd si divide – Unione Sarda 23 settembre 2012
  3. «Sostegno alla Giunta» – Unione Sarda 24 settembre 2012

Ma ci tengo a lasciarvi la testimonianza di un Partito Democratico che non si fossilizza sui propri mal di pancia interni, ma che è un partito che guarda al mondo che sta cambiando con alcuni spunti della bella relazione di Federico Rampini che descrive le trasformazioni del mondo  della comunicazione USA con quattro parole chiave: portabilità, frammentazione, polarizzazione e disintermediazione.

Portabilità: Facebook è in difficoltà di fronte all’Iphone perchè disegnato per un uso su personal computer mentre noi stiamo già vivendo la fine del computer verso l’era di smartphone e tablet. Con conseguenze sui linguaggi (“il medium è il messaggio”) che hanno un ritmo sempre più sincopato –> dal rock al rap

Frammentazione: viviamo il declino dei giornali e della televisione generalista. Sempre più andiamo a cercare e consumare l’informazione scegliendo dei frammenti à la carte. Selezioniamo dei frammenti in base alla nostra agenda personale o alla agenda della nostra comunità di riferimento

Polarizzazione: muore la CNN e stravincono FoxNews, la CNBC e i canali di informazione 24 ore su 24. La CNN insegue una informazione neutrale, indipendente, centrista. Si preferisce invece una informazione di parte, dichiaratamente di parte: la community di appartenenza diventa chiave di interpretazione. Sempre meno i giornali riescono a svolgere il ruolo di arbitri. I Fact check-in (istituti indipendenti che controllano la veridicità delle affermazioni dei candidati in campagna elettorale) svolgono un lavoro prezioso negli USA ma sono seguiti sempre più distrattamente

Disintermediazione: citizen journalism, Romney parla in una cena privata di sotenitori e viene registrato e diffuso da un cittadino attivo. Nuovo fenomeno è l’Huffington Post, contenitore di blog (con 45 milioni di contatti) accusato di essere un sito troppo sbilanciato di soli commenti e nel riciclare informazioni. Ma ha una quantità straordinaria di contatti (oltre 45 milioni) e di commenti di lettori che iniziano a discutere e dibattere tra loro (il 70% dei commenti) dando vita a una comunità di lettori che si sentono di pari dignità con i giornalisti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...