Riflessioni dopo un anno di amministrazione della città di Cagliari [il mio intervento in aula] #opencagliari


Uno dei punti e dei caratteri qualificanti dell’azione amministrativa di questo primo anno descritta nella relazione del sindaco Zedda è il tema dell’integrazione, o meglio della gestione integrata delle politiche pubbliche.

Integrazione tra le diverse competenze degli assessorati; integrazione politico-amministrativa con i comuni dell’area vasta (penso al Piano Strategico Intercomunale), integrazione con il resto della Sardegna (penso a Oristano e al sistema museale integrato con Oristano, al sistema ambientale Molentargius-Villasimius e alle tante iniziative di coordinamento con il resto dell’isola); integrazione e sinergia con Università, Soprintendenza, Ministeri, Regione e Enti regionali. Un’integrazione basata su fiducia e affidabilità, e fiducia e affidabilità hanno bisogno di tempo per essere costruite.

Stiamo sperimentando un modo di amministrare la cosa pubblica in netta direzione ostinata e contraria rispetto a una visione della politica e dell’amministrazione del centrodestra cagliaritano e regionale fatta di feudi e fortini da difendere e alimentare autonomamente, come più volte hanno delineato anche i discorsi in aula e nelle commissioni dei colleghi ex-assessori del comune di Cagliari.

Il Comune amministrato dal centrosinistra punta invece a diventare un nodo di scambio di una rete di relazioni, collaborazioni e sinergie con enti, amministrazioni, associazioni e cittadini, non imponendo il proprio volere e la propria centralità, ma mettendosi al servizio di questa rete. Ciò comporta un maggior lavoro iniziale, una apparente lentezza nell’avvio dei processi, ma porta a soluzioni più efficaci, durature, condivise e sostenibili nel tempo.

Fondamentale per questa amministrazione è la scelta politica di partire da una seria programmazione e pianificazione in tutti i settori chiave, dalla cultura alle politiche sociali, dalle politiche del personale al piano urbanistico comunale che non era mai stato adeguato al Piano Paesaggistico Regionale.

Termino con due piccole buone pratiche che indicano l’attenzione per i temi dell’inclusione degli ultimi e dell’innovazione.

La prima è relativa anche al rapporto tra questa giunta – che qualcuno definisce con disprezzo “tecnica” – e la politica cittadina, nell’accezione più popolare del termine. Porto ad esempio il progetto pilota finalizzato alla costruzione di un modello di “città senza barriere”, attraverso le squadre dei tecnici comunali che sono accompagnati dai disabili della Consulta per rilevare le criticità dei marciapiedi del quartiere di San Benedetto. Un piccolo progetto stimolato dal confronto in uno dei numerosi incontri organizzati tra assessori, consiglieri, associazioni e cittadini, e che ci impegnamo a continuare e moltiplicare.

La seconda è la notizia data ieri dal sito del governo italiano dell’avvio della pubblicazione dei dati pubblici in possesso del Comune in formato aperto, a partire dal bilancio che abbiamo approvato pochi mesi fa. Un impegno che pone il nostro comune all’avanguardia nella strada indicata dall’Unione Europea attraverso l’Agenda Digitale per lo sviluppo delle nostre città.

La città che immaginavamo un anno fa era una città accogliente e per tutti: il 15 novembre gli stranieri presenti in città voteranno la Consulta che li rappresenterà e inizieranno a potersi sentire parte della comunità cagliaritana. Per me non una bella notizia, ma una notizia bellissima che mi rende orgoglioso della città che stiamo costruendo insieme.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...