Partito Democratico: a Cagliari nuove regole per gli scrutatori #opencagliari


E’ necessario dotare l’amministrazione comunale di un regolamento che disciplini la scelta degli scrutatori, riaffermando i principi di trasparenza, imparzialità e competenza“.

Con questo obiettivo il Gruppo consiliare del Partito Democratico ha presentato all’attenzione del Consiglio comunale un ordine del giorno dove si legge che “l’albo unico degli scrutatori del Comune di Cagliari conta oltre 7.500 cittadini cagliaritani che si sono resi disponibili, presentando una apposita domanda di iscrizione, per ricoprire il compito di scrutatore, durante consultazioni elettorali e referendum”.

“La procedura adottata dall’Amministrazione civica prevede che sia l’apposita Commissione Elettorale Comunale a provvedere ad indicare i nominativi degli scrutatori presenti nell’albo unico”. In tal senso il PD chiede una inversione di rotta: “il nuovo regolamento dovrà indicare il sorteggio pubblico come strumento di selezione degli scrutatori, la definizione di meccanismi di rotazione e di premialità per chi si trova in stato di disoccupazione, prevedendo la possibilità per gli iscritti all’albo di segnalare la propria disponibilità per le singole tornate elettorali. Si richiede infine di organizzare modalità di formazione per gli scrutatori selezionati“.

Così, secondo il Gruppo consiliare del Partito Democratico, verranno valorizzati i principi di trasparenza, imparzialità e di competenza per i cagliaritani che vorrebbero diventare scrutatori nel corso delle consultazioni elettorali e dei referendum.

Il GRUPPO PD al Comune di Cagliari

Ordine del giorno sulla nomina degli scrutatori

Visto che

con deliberazione del Consiglio Comunale n. 38 del 06.07.2011 è stata istituita la Commissione Elettorale Comunale ai sensi degli artt. 12 e 13 del D.P.R. 20 marzo 1967, n. 223 e ss.mm.;

Visto che

la legge n. 95 del 08.03.1989 e ss.mm. prevede che la Commissione Elettorale Comunale nomini gli scrutatori, per ogni sezione elettorale del comune scegliendoli tra i nominativi compresi nell’albo degli scrutatori in numero pari a quello occorrente (art. 6, comma 1, lett. a);

Considerato che

per consuetudine consolidata la Commissione Elettorale del Comune di Cagliari nomina gli scrutatori su segnalazione dei Gruppi Consiliari che scelgono i nominativi fra quelli registrati nell’Albo Comunale degli Scrutatori;

Considerato che

l’Albo Unico degli Scrutatori del Comune di Cagliari conta oggi oltre 7.500 cittadini cagliaritani

Ritenuto opportuno che

per i prossimi appuntamenti elettorali il Consiglio Comunale riaffermi i principi di trasparenza e imparzialità nella selezione dei cittadini cui affidare il delicato incarico di scrutatore

Si impegna

la Commissione Elettorale Comunale a procedere alla definizione di un regolamento per l’espletamento del compito di scrutatore attraverso:

  • la selezione degli scrutatori tramite pubblico sorteggio tra gli iscritti all’albo unico degli scrutatori;
  • la possibilità per gli iscritti all’albo unico degli scrutatori comunali di segnalare la propria disponibilità per le singole tornate elettorali;
  • la definizione di meccanismi di rotazione e di premialità per chi si trova in stato di disoccupazione;
  • la previsione di modalità di formazione per gli scrutatori selezionati.
Annunci

One thought on “Partito Democratico: a Cagliari nuove regole per gli scrutatori #opencagliari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...