Le stazioni e i binari | L’estate del cambiamento [XIII]


Da sempre puntiamo alle nostre stazioni di iniziativa politica a tutto tondo, che rilancino il messaggio di Prossima Italia, che articolino il suo messaggio, lo interpretino e lo declinino a livello locale.

Come le stazioni ferroviarie, quelle vere, da non-luoghi a luoghi di collegamento, tra quello che c’è dentro il Pd e quel che ne sta fuori: che è necessario coinvolgere, creando uno spazio intermedio aperto a tutti.

Perché Prossima Italia, come abbiamo spesso ripetuto, è un’organizzazione non burocratica, a rete, aperta a tutte le ‘tribù’, spazio di dibattito offerto a tutto il centrosinistra, al servizio di tutta la coalizione per quanto riguarda gli strumenti e la campagna politica ed elettorale.

Le stazioni possono anche specializzarsi su un tema specifico o su una campagna in particolare. Ma in ogni caso servono a raccogliere competenze, buone pratiche e proposte.

Il compagno Excel (vedi sotto) ci invita a raccogliere i dati delle persone che ci contattano, perché siano sempre messe nelle condizioni di ricevere i messaggi e di interagire tra loro. E costruire modalità di relazione diverse e innovative.

a cura di Giuseppe Civati e Paolo Cosseddu
in collaborazione con Rita Castellani, Samuele Rocca e Filippo Taddei

http://www.prossimaitalia.it/news/1265/il-libretto-arancione/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...