Manifestazione per la libertà di informazione


Ci sono manifestazioni per le quali i numeri sono importanti. Quei numeri intorno ai quali i giornali si divertono a raccontare il botta e risposta di cifre tra questura e organizzatori degno del migliore suq maghrebino. Altre volte è importante piuttosto capire cosa sia ciò che spinge le persone a uscire dal proprio salotto per incontrarsi con tante altre e lanciare un messaggio alla comunità.

La manifestazione autoconvocata a Cagliari da alcuni semplici cittadini tenutasi in contemporanea allo show governativo organizzato da Bruno Vespa appartiene a questa seconda categoria. Circa duecento persone, contattate in un pomeriggio grazie al passaparola tramite telefonini e internet, si sono ritrovate di fronte alla sede cagliaritana della RAI per esprimere il proprio civile dissenso rispetto a una informazione pubblica sempre meno libera.

Quello che ha spinto tanti a incontrarsi è la sensazione che la libertà di informazione in Italia stia correndo un grave pericolo. Non passa giorno, ormai, senza che il Presidente del Consiglio, gli esponenti della sua maggioranza o i quotidiani di proprietà della sua famiglia attacchino frontalmente ogni voce critica, ricorrendo sempre più spesso alla minaccia quale strumento per costringere i giornalisti liberi al silenzio.

E’ per questa ragione che, all’indomani dell’appello per la libertà di stampa firmato da Cordero, Rodotà e Zagrebelsky, e in contemporanea alla manifestazione di Roma organizzata e promossa dalla Federazione Nazionale della Stampa, crediamo sia giusto manifestare anche a Cagliari, davanti alla sede RAI ormai sempre più asservita al potere.

Quello che può fare ciascuno di noi per aiutare la causa della libertà di stampa è in primo luogo spargere la voce tra gli amici e nei luoghi frequentati abitualmente. E pensare a modalità originali per manifestare civilmente il disagio che tanti di noi stanno vivendo in Italia.
Il successo della manifestazione dipende soprattutto da te e dall’apporto anche attivo che potrai dare alla attraverso idee, striscioni,musica, slogan, semplice passaparola e quant’altro credi possa essere utile alla causa.

L’appuntamento di sabato 19 settembre 2009 è rimandato al 3 ottobre a causa del luttuoso attentato di Kabul. Su Facebook la pagina dell’evento raccoglie ogni adesione e proposta di partecipazione.

Matteo Lecis Cocco-Ortu

16/09/2009

tratto da Sardegna Democratica
http://www.sardegnademocratica.it/istituzioni/rinviata-al-3-ottobre-la-manifestazione-per-la-libert-agrave-di-informazione-1.2946

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...